Mar 262011
 

Traendo spunto da questa discussione su Facebook e da questa su YouTube a proposito di HAARP, ho fatto queste riflessioni:

Estratto da wikipedia alla voce HAARP in italiano:

HAARP è l’abbreviazione di High Frequency Active Auroral Research Program, un’installazione civile e militare in Alaska (Stati Uniti) per la ricerca scientifica sugli strati alti dell’atmosfera e della ionosfera. Un altro scopo è la ricerca sulle comunicazioni radio per uso militare.

Dalle FAQ del sito ufficiale di HAARP:

Can HAARP be used for military purposes?

HAARP is not designed to be an operational system for military purposes. The HAARP specifications were developed by a consortium of universities to meet the requirements for a world-class research facility and an expanded group of universities are playing a major role in the design of future research efforts.

(traduzione non perfetta, ma credo rispondente)

HAARP non è progettata per essere un sistema che funziona per scopi militari. Le Specifiche di HAARP sono state sviluppate da un consorzio di università (1) per rispondere alla richiesta di strumenti su scala mondiale e un ampio gruppo di università sta svolgendo il ruolo principale nella progettazione di futuri impegni di ricerca.

Ma allora, mi chiedo, da dove l’attuale voce di Wikipedia prende l’idea che HAARP sia una installazione civile e militare?

La stessa voce poi è spudoratalmente “parziale”. Ed è un esempio mirabile di manipolazione del linguaggio, di superficialità e ilusionismo pseudo-scientifico.

Parla delle teorie del complotto, come se tutte le ipotesi su HAARP possano essere accreditate ai soli complottisti. Tra l’altro le classifica come “smentite da tutte le comunità scientifiche”.  E beato lui che le conosce proprio tutte.

Poi naturalmente elimina i dubbi relativi agli scopi di HAARP citando esclusivamente quelli legati alle scie chimiche le quali teorie tutte (ancora una volta, tutte, superficialmente) accreditandole alle teorie cospirazioniste supportate tutte (manco a dirlo) dai seguaci (notare la parola seguaci che sematicamente viene configurata come di individui acriticamente sostenitori)  di, pensate un pò, David Icke.

Mi viene da dire, parafrasando una nota pubblicità: “Ti piace vincere facile?”

Così restano escluse da questa descrizione (che semplicemente stimola gli atti escretori) tutti coloro che non sono “seguaci” di David Icke, ma semplicemente pensano e si fanno domande. Non sto nemmeno a citare le dichiarazioni di militari, scienziati e ricercatori e politici, che vanno in senso opposto. Discutibili, opinabili, quanto volete, ma non certo seguaci di David Icke tutti. Tutti questi non accodati alla interpetazione , dell’ultimo ‘estensore (anzi spalmatore non vi dico di che sostanza)  della voce Wikipedia, sono semplicemente “cospirazionisti, seguaci di David Icke”. E naturalmente ignoranti.

Ecco infatti che, subito dopo. l’autore si spertica in spiegazioni tecino-scientifiche per dimostrare che la potenza in gioco è relativamente bassa (dimenticando però i fenomeni di risonanza, che come dovrebbe sapere, sono in grado di amplificare gli effetti di una piccola potenza fino a renderli devastanti). Poi una perla di quelle mitiche:

Scrive il genio della lampada di Wikipedia:

<Quindi, anche se fosse possibile influenzare il clima o la geologia con le onde elettromagnetiche (e finora non è stato trovato né ipotizzato alcun meccanismo che permetta di farlo), la potenza generabile da HAARP non sarebbe comunque sufficiente>

Ahahahahhaha…. capite? Anche se fosse possibile, e finora non si è trovato nè ipotizzato alcun sistema, la potenza non sarebbe sufficiente. Ma come? Non sai se è possibile, ma sai che se fosse possibile, la potenza non è sufficiente? Ahaha ahahahaha. Un genio.

Per finire: a conferma della sua incontrovertibile e unica verità vera, tra le migliaia di ricercatori chi ti cita l’autore?  Nientepopodimeno, unicamente e solamente, che, udite udite,  l’ASTROFISICO Gianni Comoretto. Che dichiara che  le tempeste geomagnetiche innescate dal vento solare non hanno alcun effetto sui terremoti. E dove questo luminare unico citato (evidentemente per lui il massimo esperto in materia) pubblica le sue fondamentali conclusioni scientifiche? Ma sul sito del CICAP!  E come si sa il sito del CICAP è punto di riferimento unico della comunità internazionale di ricercatori….. ahah ahahahha.

Ora io non lo so se questo effetto ce l’hanno o non ce l’hanno, e Comoretto sarà magari anche una brava persona, e quello che dice lo dirà secondo sua scienza e coscienza, ma insomma, mi permetterete di non prenderla come defintiva e conclusiva come invece la presenta lo spalmatore della voce HAARP su wikipedia?

Wikipedia, non sarà propriamente manovrata, ma va presa con le molle. Specie sugli argomenti di attualità

Saluti

(1) Mi piacerebbe sapere quali, ma sul sito non sono riuscito a trovare i riferimenti.

 

AGGIORNAMENTO: (02/03/2013)
Quando ho scritto questo articolo, dove mi chiedevo quali fossero le finalità di HAARP e la supposta obiettività di Wikipedia, non potevo immaginare che due anni dopo un sito della US NAVY avrebbe chiarito molti dubbi (non tutti ovviamente)! Sono gli stessi militari americani, che finalmente dichiarano pubblicamente che le finalità di HAARP sono militari. Con buona pace del CICAP e altri depistatori professionisti o semplicemente stupidi.
http://www.nrl.navy.mil/media/news-releases/2013/nrl-scientists-produce-densest-artificial-ionospheric-plasma-clouds-using-haarp

Vedremo quando dichiareranno quali altri effetti sono in grado di generare oltre a creare gigantesche nubi al plasma stabili e perchè lo fanno?

 Posted by at 18:44

  2 Responses to “Wikipedia e HAARP”

  1. Il punto qui è che non tutto è dubbio. Ci sono delle certezze ed in genere il sapere che si qualifica come tale è certo. Le enciclopedie hanno lo scopo di diffondere il sapere (quindi ciò che è certo), precisando qualora si stiano pronunciando su un argomento ancora oggetto di discussione.
    La pagina di Wikipedia parla di HAARP. Il paragrafo dedicato alla teoria del complotto è una postilla fatta ad una teoria negazionista. Così come quando nella pagina dell’evoluzionismo si precisa che ci sono delle teorie negazioniste, non si può pretendere di trasformare un articolo sull’HAARP in teorie generalmente reputate false e inattendibili (tranne, si intende, dalla minoranza che le supporta).
    E’ chiaro che se si adotta il punto di vista complottista, la pagina di Wikipedia informa malamente, ma nel momento in cui si stabilisce che un’enciclopedia promulga il sapere, è che il sapere è quello confermato dalla comunità a cui compete stabilire la validità di quel sapere, non c’è nulla di male nell’articolo.
    Sempre con l’esempio dell’evoluzionismo: ci sono scienziati o persone laureate in discipline scientifiche che discordano con la teoria dell’evoluzione o (peggio ancora) con l’evoluzione. La comunità scientifica, però, è unanime, nel senso non che non ci siano stonature, ma che la posizione che emerge “loud and clear” è compatta, univoca, persino a fronte delle posizioni opposte. Il motivo per cui ciò è possibile è che la comunità scientifica che si occupa di studiare l’evoluzione, la biologia, l’antropologia, e aree affini è talmente vasta che è (quasi) impossibile che sia la porzione più vasta e concorde a sbagliare, piuttosto che quella più ristretta e discorde.
    Stesso dicasi della natura del progetto HAARP.

    Quanto al discorso riguardante la potenza dell’HAARP, presumo che quello che l’articolo di Wikipedia segnala è che non sono note tecnologie adeguate a produrre gli effetti militari che si presume che l’HAARP produca, ma anche se fosse nota la possibilità di uno sviluppo tecnologico così avanzato, l’HAARP non sarebbe abbastanza performante perché le leggi della fisica (quelle sì che sono note) contrasterebbero con la concreta possibilità di perseguire quei fini.
    Mi pare che il contenuto dello spezzone sia quello.

    Probabilmente cita un membro del CICAP perché è il CICAP che in Italia, in prevalenza, si occupa di teorie del complotto. Non occorre però molta fatica per ricercare nella rete posizioni affini di persone più, meno, ugualmente autorevoli, famose, simpatiche, antipatiche.

  2. Mi spiace, evidentemente sei anche tu prevenuto. Io non sono complottista. E ritengo invece che quella pagina informi malamente e in maniera preconcetta, e piuttosto stimola a diventare complottisti, tanto è tendenziosa e parziale. Qui non si parla di teorie scientifiche come l’evoluzionismo ma della funzione di HAARP di cui non è dato sapere granchè, nè a me, nè a te, nè all’autore della voce wikipedia, nè, a quanto pare a nessun ente terzo. Anche le università citate sul sito mi sembra contribuirono all’impianto iniziale, dopo di che le tracce della loro collaborazione (o di alltri istituti scientifici universitari) sono evanescenti, o almeno io non sono riuscito a trovarne.
    Parli di leggi della fisica che contrastano con la concreta possibilità di perseguire il fine di provocare terremoti. A quali leggi ti riferisci?
    E poi dici bene, per dimostrare che con HAARP non si fanno (anzi non si possono fare) esperimenti sui terremoti, cita un membro del CICAP proprio perché ciò che interessa è contrastare le teorie complottiste, non cercare la verità. Questo atteggiamento è esattamente simmetrico al complottismo per definizione: è anticomplottismo per definizione. Con buona pace di una serena ricerca della verità. Scientifica e politica.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

 

Please log in to vote

You need to log in to vote. If you already had an account, you may log in here

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.