Dic 182012
 

Su facebook è nato un gruppo chiamato:

Ce lo chiede l’europa? Invece di andare a votare: USCIAMO DALL’EURO-TRUFFA!!

L’ammnistratore del gruppo nella presentazione chiede: “Siamo populisti?”
Quello che segue è il mio commento.

No affatto. Però dimmi: dov’è la porta per uscire dall’europa?
Di là? O di qua?
Dilà? O perbacco! ma di là c’è il parlamento! Se non conquistiamo la rappresentanza politica, che è nostra, non usciamo da nessuna parte. E ancora più difficile: perchè la dobbiamo conquistare mandando rappresentanti veri, che funzionino come delegati democratici diretti veri, che rispettino i patti, ma che in ogni caso, come cittadini, dobbiamo tenere per le palle.

Non ci piace questa via? Non vuoi votare? Ok. Allora andiamo di qua. Acc.. ma di qua significa esautorare il parlamento, superarlo nei fatti, meglio se lo distruggiamo proprio, instaurare un governo rivoluzionario,… anche questo è possibile, ma siamo pronti a lacrime e sangue (più che altro nostro)? E soprattutto che ci mettiamo al posto di quel parlamento che distruggiamo? Si può fare, ma bisogna saperlo PRIMA di distruggere il vecchio. Se no è dejà vu: forche e ghigliottine per cambaire solo quelli che ci comandano…Ahh…, ma forse tu dicevi nessuna delle due. Dobbiamo spaventare i governanti che così faranno quello che gli diciamo…. beh allora vai avanti tu che a me viene da ridere.

In ogni caso l’obbiettivo della riconquista della sovranità monetaria è FONDAMENTALE. e hai ragione a metterci l’accento, però … riflettiamo,
non diamo il culo gratis.

 

Please log in to vote

You need to log in to vote. If you already had an account, you may log in here

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.