Mag 062006
 

Non vorrei smorzare gli entusiasmi, anzi. Ma vorrei capire se si sa, cosa si sta chiedendo. Gli “sviluppatori”, non c’entrano granchè, piuttosto c’entrano “semplicemente” gli amministratori del sistema.
Perchè le funzioni che si stanno, giustissimamente richiedendo esitono già, in mvnforum, e con pochi interventi se ne potrebbero avere anche altre già previste come plugin di mvnforum.

Io ho installato mvnforum sul mio server (che uso per studiare e sperimentare) e devo dire che mvnforum è un ottimo programma.
Se consultate il link mvnforum (in basso a destra del message board) potrete rendervi conto anche voi che mvnforum implementa all’origine:

– sotto-forum (categorie e forum)
– funzione ricerca (multiparametrica)
– interfaccia multilingue
– lista posts utente
– discussioni nidificate
– poll (in qualsiasi forum quindi anche questo nazionale potrebbe)
– online flag
– ignore
e molte altre funzioni…

Inoltre non c’è traccia delle limitazioni numeriche poste alle funzioni di organizer e assistent, e che il livello di flessibilità dei forum è molto più alto di quello fissato dagli amministratori di meetup.
In realtà ogni gruppo meetup non è altro che un singolo forum. Mentre mvn prevede la definizione di n categorie, dentro le quali si possono definire n forum, dentro i quali ci possono stare mutlithread.

Credo che l’intero meetup mondiale, così come configurato, possa stare in realtà solo su una unica copia di mvnforum.

Inoltre con un plugin aggiuntivo ogni post (e ogni poster) potrebbe essere valutato dagli utenti ottenendo così una valutazione collettiva che poi può essere utilizzato per ordinare i post e i poster e quindi lasciando gli utenti liberi di leggere tutto o solo quello che supera certi tassi minimi di valutazione. Di conseguenza questo eliminerebbe la necessità di bannare o censurare, e soprattuto di farlo sulla base della valutazione dei soli organizer o assistent.

Insomma se meetup è così, non è per un limite del software che quindi andrebbe sviluppato ulteriormente (con investimenti di tempo/denaro) per migliorare.
mvnforum è una ferrari, che gli amministartori di meetup hanno deciso di “strozzare” facendolo andare come una cinquecento.

Ci saranno dei motivi per cui hanno posto tutte limitazioni. Ne posso ipotizzare alcuni.
Economicamente questo riduce la necessità di database multipli ad uno solo.
Eliminare la funzione di ricerca, (che ricordo inizialmente c’era e funzionava benissimo) riduce il numero di query e quindi l’ampiezza di banda necessaria.
Semplifica la gestione generale e la rende economicamente più redditizia…
Spinge alla proliferazione dei gruppi (e quindi al pagamento per aprirli)

Politicamente meetup, così come implementato, riduce la libertà di azione e la flessibilità organizzativa, obbligando o forzando gli utenti ad organizzarsi piramidalmente, e quindi inducendo un modello organizzativo in cui l’organizer(e assistent) ha naturalmente una funzione “portante”, che può essere superata, solo con la buona disponibilità dell’organizer, e a al prezzo di un maggior fatica e complicazione comunicativa e organizzativa.
A livello locale le difficoltà di progettazione e di direzione collettiva possono essere superate incontrandosi fisicamente (e questa forzatura è in parte il solo “vantaggio” di questo modello). Tuttavia esclude quelli che non hanno il tempo per partecipare fisicamente a tutto, quelli che non possono fare militanza a tempo pieno, le “persone normali”, spigendo ancora una volta verso un accentramento del “potere” nelle mani di chi può permettersi di “militare” a tempo pieno.

A livello nazionale questo meccanismo è decisamente esaltato.
Complessivamente, direi che meetup implementa la versione americana della democrazia (non certo partecipativa o ancor meno diretta – eh si, sono fissato). Quella in cui un gruppo di leader (magari bravi e buoni, per carità) emergono e si mettono alla direzione di attivisti volenterosi e generosi. Questi possono e devono parlare tanto, ma non esiste un modo per darsi regole organizzative efficienti e paritarie. Le scelte non possono che avvenire sulla base della naturale funzione di leader svolta da certi partecipanti, non potendosi strutturare con regole che distribuiscano il potere in maniera esplicita, definita e paritaria. Le idee emergono dal magma e si affermano in quanto valuate buone e degne dal gruppo degli opinion leader, e al massimo livello, dall’unico leader.

Tutto ciò, è funzionale a quella che credo sia la visione politica del movimento di grillo. Un leader buono e bravo e onesto e giusto ecc. ecc. che dà la linea e la direzione e diverse migliaia di sostenitori che “scelgono” se supportare o no questa o quella causa.
Per quanto mi riguarda lo spontaneismo e il “leaderismo biologico”, sono soltanto la malattia infantile della democrazia.

Ovviamente confermo il mio appoggio alle richieste, aggiungendo la mia per una “funzione di rating dei post e dei poster”, ma mi aspetto una serie di “scuse” più o meno tecniche a negazione delle stesse.

pino(strano)

ho scritto questo post sul meetup di grillo nel maggio 2006 in occasione di una delle innumerevoli e cicliche occasioni in cui sottogruppi di utenti si lamentano dela mancanza di funzionalità e della limitatezza dello strumento (a pagamento e caro) scelto o avallato da Grillo a fronte di altre possibilità migliori e gratutite pure disponibili su internet

 Posted by at 13:17

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

 

Please log in to vote

You need to log in to vote. If you already had an account, you may log in here

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.