Feb 022013
 

Diario elettorale. 31.01.13. Sera.

Dopo la solita giornata di lavoro, inseguendo mille cose, vado alla festa della Rete.
Festeggiamo il nostro secondo miracolo. Il primo è stato la raccolta delle firme in non più di 20 giorni. Il secondo la presentazione di tutta la documentazione comprensiva di tutte le certificazioni. A Frosinone credo che abbiamo stabilito il record del minimo di certificazioni perse.
Tra un brindisi, uno spuntino riusciamo comunque a discutere delle prossime tappe organizzative.
Io intervengo per dire che non abbiamo soldi, non abbiamo tv, non abbiamo giornali o altri media, non abbiamo volti o uomini immagine che con un fischio raccolgono masse di cittadini.
Tra tanti “non abbiamo” ce n’è uno che solo noi possiamo vantare: “NON ABBIAMO CAPI”.

Noi siamo quello che diciamo: cittadini, normali cittadini, o meglio normali cittadini ma con l’idea folle che normali cittadini possono governare, e possono competere con gli apparati nuovi e vecchi che si accaparrano il consenso, ingannano gli elettori e poi li trasformano in sudditi per il resto del tempo.

Pochissimi ci conoscono. Il nostro progetto è dirompente e veramente risolutivo. Ma non abbiamo visibilità.
Siamo solo noi stessi. Per la campagna elettorale abbiamo solo i nostri corpi, le nostre auto, le nostre case. Inutile fare voli pindarici su “ci vorrebbe questo e ci vorrebbe quello…”. Non li abbiamo. Dobbiamo fare il terzo miracolo.
Per cui, ognuno di noi deve diventare un portatore/espositore. Sembra una sciocchezza ma ognuno di noi incontra centinaia di persone ogni giorno. Tutti dobbiamo sempre indossare la spilla. Tutti dobbiamo mettere il simbolo adesivo sulla nostra auto. Dobbiamo esporre le nostre bandiere sui nostri balconi. E dobbiamo chiedere a tutti di aiutarci facendo la stessa cosa.

I media sono forti. Siamo tutti vittime del meccanismo, anche noi. Ma nessuno, ancora, è più forte di un discorso fatto guardandosi negli occhi. Nessun berlusconi, casini, grillo può essere più forte del rapporto diretto. E’ la nostra vera sola speranza. Facciamolo tutte le volte che è possibile. La spilla indossata incuriosisce, quando qualcuno chiede spieghiamo perchè l’abbiamo, e se possibile, regaliamola o invitiamo a fare lo stesso.

Abbiamo solo tre pani e tre pesci, facciamoli diventare migliaia.

 Posted by at 09:48

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

 

Please log in to vote

You need to log in to vote. If you already had an account, you may log in here

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.